Vedere a colori e di notte per presidiare le città h 24

//Vedere a colori e di notte per presidiare le città h 24

Vedere a colori e di notte per presidiare le città h 24

Quando si tratta di sicurezza urbana, vedere a colori e nel dettaglio può fare la differenza. In condizioni di luce scarsa o di completa oscurità, infatti, tutti i colori tendono a sbiadire verso un grigio uniforme, che raramente consente di individuare i dettagli della scena. Per fare un esempio, al buio un graffitista si vedrà solo come un’indistinta sagoma umana. Se invece la sagoma di quel writer fosse colorata e dettagliata tanto quanto la sua opera, allora si potrebbe arrivare a stabilire addirittura di quale persona si tratti. Temi che chi si occupa di sicurezza e riqualificazione urbana deve affrontare quotidianamente. Oltre ad assolvere alla sua primaria funzione deterrente, la videosorveglianza urbana deve infatti poter anche fornire materiali utili allo svolgimento delle indagini in caso di evento criminoso. E’ quindi essenziale disporre di immagini di qualità e risoluzione tali da identificare targhe, veicoli, volti e comportamenti dolosi anche in condizioni critiche di luce. Le soluzioni Hikvision, basate su telecamere Megapixel, forniscono riprese Full HD assolutamente affidabili e immagini nitide in ogni condizione di illuminazione, grazie alle innovative tecnologie Low Light ed Ultra Low Light montate sulle telecamere Darfighter. Consentendo la ripresa a colori anche con scarsissima luminosità, queste tecnologie evitano di passare al bianco e nero anche quando l’unica fonte di luce è rappresentata dall’illuminazione urbana. E per vedere anche di notte, Hikvision ha messo in cantiere una novità che riguarda i LED infrarossi.

LA SOLUZIONE

La tecnologia EXIR, brevettata Hikvision, si riferisce a LED ad alta efficienza che incorporano una lente che proietta il fascio luminoso in maniera uniforme tra soggetto inquadrato e sfondo, invece che concentrare uno spot luminoso solo al centro dell’immagine. La lente ha una sagoma quadrata e non sferica quindi si abbina meglio alle proporzioni del sensore, che è di forma rettangolare. In questo modo si otterrà una luce uniforme sullo sfondo e sullo stesso soggetto ripreso, garantendo un monitoraggio assai più accurato e “strategico” per chi si occupa di amministrare la sicurezza urbana. Le telecamere Darkfighter Lite di Hikvision sono le prime ad incorporare la tecnologia EXIR per mettere in luce tutti i dettagli che possono risultare strategici per applicazioni di sicurezza urbana, ma anche nei trasporti o nell’entertainment. Grazie alla maggiore efficienza dell’illuminatore LED, le telecamere Darkfighter Lite riducono peraltro il consumo energetico e il calore e garantiscono una maggiore durata. Il dipartimento di ricerca e sviluppo di Hikvision ha inoltre progettato una dome e sviluppato una nuova cupola per evitare gli effetti di distorsione nell’immagine, in genere causati dalla riflessione della luce (IR) in condizioni di maltempo, come la pioggia. La nuova dome di Hikvision previene questi fenomeni e mantiene l’immagine nitida in qualunque condizione ambientale.

I BENEFICI

Combinando queste tecnologie con le funzionalità Smart incorporate da alcune famiglie di prodotto Hikvision, è poi possibile rispondere davvero a tutte le esigenze di sicurezza urbana. La funzione di controllo della qualità video Hikvision, ad esempio, rileva automaticamente eventuali anomalie nella ripresa (perdita di messa a fuoco, telecamera illecitamente spostata dalla sua posizione o coperta e resa inutilizzabile) e segnala i tentativi di sabotaggio, sia in locale sia in remoto, al Centro di Comando e Controllo. In condizioni di scarsa visibilità dovute a nebbia, fumo, la funzione “Smart Defog” mette poi a disposizione dell’operatore uno strumento di correzione dell’immagine che ne migliora qualità e nitidezza. Sul fronte della gestione del traffico, in caso di mancato rispetto del senso di marcia, inversioni non consentite o altre infrazioni veicolari, come pure in caso di attraversamenti pedonali impropri (ad esempio su tangenziali o circonvallazioni), la funzione “Line Crossing Detection” genera un allarme in caso di attraversamento di una o più “linee virtuali” preconfigurate. Infine, la funzione ANPR incorporata sulla famiglia Darfighter standard permette di leggere automaticamente le targhe riprese sulla scena grazie ad un algoritmo che risiede a bordo camera e che supporta i formati delle principali targhe europee e consente di classificarle per nazionalità. Infine, ma non meno importante, il Software di Video Management iVMS-5200 Pro di Hikvision, che permette di gestire in contemporanea tutte le telecamere in campo, siano esse di osservazione, di contesto oppure destinate alla ripresa delle targhe. Con iVMS-5200 Pro è possibile visualizzare immagini live, accedere alle registrazioni, ricevere allarmi, visualizzare i video su più monitor con mappe grafiche e popup su evento. E’ inoltre possibile remotizzare le riprese verso postazioni mobili, con una piattaforma server/client che permette l’operatività contemporanea di più utenti 24 ore su 24.

Fonte: Secsolution

Url: http://www.secsolution.com/solutions-gallery-dett.asp?id=7243&nl=1

By | 2017-10-03T16:40:50+00:00 aprile 13th, 2017|Hikvision|0 Comments

About the Author: